imagihttp://osservatorionline.it/media///2017/07/messaggero.jpg

header

Educazione alla conoscenza del giornalismo televisivo, attraverso il ruolo del servizio pubblico. Edizione 2017/2018

L’Osservatorio Permanente Giovani-Editori, in collaborazione con Rai, realizza, per l’anno scolastico 2017-2018, la quinta edizione dell’iniziativa speciale “Educazione alla conoscenza del giornalismo televisivo, attraverso il ruolo del servizio pubblico”, rivolta a tutti i docenti e agli studenti delle classi che partecipano al progetto “Il Quotidiano in Classe”.

Questa collaborazione nasce del comune intento di promuovere nella scuola un progetto dedicato alla cultura dell’informazione di qualità, che insegni ai ragazzi a riconoscerla indipendentemente dai mezzi che la veicolano. La scuola oggi è chiamata a educare le giovani generazioni, ma educare non è solo didattica o solo tecnica, né solo dare regole e dire cosa è giusto o cosa non lo è; educare è rispondere alla domanda di senso che nasce da un incontro con la realtà. Una realtà che sembra essere sempre più complessa e sempre più difficile da conoscere, da capire, da valutare.

L’obiettivo dell’iniziativa speciale è quello di offrire, alle classi iscritte, la possibilità di vivere una nuova tipologia di lezione in grado di mettere a confronto l’informazione cartacea e quella televisiva, in particolare attraverso le testate giornalistiche locali.

Infatti gli alunni sono invitati a utilizzare la sera il telegiornale regionale e la mattina dopo i quotidiani del territorio, così da completare la lezione e il percorso di apprendimento in modo più libero e con l’utilizzo anche di un media più emozionale come la TV. Grazie all’ampliamento dell’offerta informativa i ragazzi hanno così la possibilità di confrontare modi e forme differenti di fare giornalismo e di riflettere su come si fa il giornalismo in TV e su come cambia il giornalismo televisivo rispetto a quello dei quotidiani, su come si legge una notizia per immagini e come si danno le notizie in video, grazie anche alla presenza capillare delle redazioni giornalistiche locali di Rai sul territorio.

Si compie così un confronto quotidiano tra giornali e telegiornale con al centro i giovani, reso più completo dai materiali formativi dedicati a questa attività, messi a punto per l’occasione e pensati per sostenere i docenti in questa sfida.