imagihttps://osservatorionline.it/media///2019/03/giornale-sicilia.png

giovedì, 13 Ottobre 2011 ilquotidianoinclasse.it, la grande novità della dodicesima edizione

L’iniziativa web integra il progetto cartaceo iniziato undici anni fa nelle scuole secondarie superiori italiane.

“C'e' una grande novità in questa dodicesima edizione della nostra iniziativa : se fino a ieri, portando in classe più quotidiani a confronto, ci eravamo limitati a contribuire ad aprire maggiormente gli occhi dei giovani sul mondo, per permettere loro di maturare un'opinione critica sui fatti che accadono intorno a loro, da domani, con la rete, lavoreremo per permettere loro di esprimerla liberamente e di metterla a confronto con quella degli altri". Così il Presidente dell’Osservatorio Permanente Giovani – Editori Andrea Ceccherini, questa mattina a Milano, per la presentazione della dodicesima edizione del progetto “Il Quotidiano in Classe” e della nuova iniziativa www.ilquotidianoinclasse.it

L’iniziativa web promossa, che integra il progetto cartaceo iniziato undici anni fa nelle scuole secondarie superiori italiane, è una sua naturale evoluzione. Infatti dopo aver letto e confrontato i quotidiani in classe, adesso gli studenti avranno uno spazio pensato per loro nel quale potranno esprimere le opinioni, le idee e le riflessioni che avranno maturato.

“Un’iniziativa tesa a dare voce – ha proseguito Andrea Ceccherini -  ad una generazione che non ce l’ha, attraverso uno strumento che può renderla più protagonista in un Paese che la trascura”. Ogni settimana, infatti, gli studenti iscritti nelle redazioni di classe potranno scrivere le proprie inchieste (articoli, reportage foto e video) sui temi di attualità lanciati dai giornalisti che animeranno i tre blog presenti nel sito. Inoltre il portale prevederà attività, sondaggi e giochi in continua evoluzione per dare occasioni e spazi alla community di studenti de “Il Quotidiano in Classe” che potrà così far sentire alta e forte la sua voce nel Paese.

"Ci sembra – ha aggiunto Ceccherini - un passo in più nella direzione di sempre: quella dell'educazione alla cittadinanza”.



pag. 1   2   3   4   5   6