imagihttps://osservatorionline.it/media///2019/03/giornale-sicilia.png

lunedì, 26 Marzo 2012 Renato Pagliaro e Andrea Ceccherini: a Milano dialogo con 280 studenti sul tema del lavoro

Renato Pagliaro (Presidente di Mediobanca) e Andrea Ceccherini (Presidente Osservatorio Permanente Giovani-Editori) oggi a Milano hanno dialogato con 280 studenti sul tema del lavoro nel contesto del progetto "Cultura finanziaria a scuola: per prepararsi a scegliere" promosso da Osservatorio Permanente Giovani-Editori ed Intesa Sanpaolo

Si è tenuto oggi a Milano presso il Liceo Classico Carducci un momento di confronto tra Renato Pagliaro (Presidente Mediobanca), Andrea Ceccherini (Presidente Osservatorio Permanente Giovani – Editori) e 280 studenti che partecipano al progetto "Cultura finanziaria a scuola: per prepararsi a scegliere", il progetto nazionale che si pone l’obiettivo di costruire un percorso di educazione finanziaria per i giovani, affinché sviluppino maggiore consapevolezza e siano in grado di affrontare meglio le scelte per il proprio futuro.

Il progetto promosso da Osservatorio Permanente Giovani-Editori e Intesa Sanpaolo ha preso il via quattro anni fa con un'adesione alla prima edizione di 57.538 studenti e 1.179 docenti fino ad arrivare oggi (anno scolastico 2011/2012) a coinvolgere 130.416 studenti e 2.972 docenti delle scuole secondarie superiori italiane.

L’incontro odierno è stato l’occasione per affrontare con Renato Pagliaro, uno dei diretti protagonisti del mondo economico e finanziario italiano, un argomento importante e complesso come quello del lavoro.

Un tema di stretta attualità e di sicuro interesse per i giovani delle scuole secondarie superiori che si apprestano a scegliere se proseguire gli studi e quindi a quale facoltà universitaria iscriversi, oppure se mettersi in cerca di un’occupazione.

Proprio per questo l’iniziativa "Cultura finanziaria a scuola: per prepararsi a scegliere" è stata pensata, da Osservatorio Permanente Giovani – Editori e Intesa Sanpaolo, con l’obiettivo di sensibilizzare le nuove generazioni al tema dell’educazione economico finanziaria:un impegno concreto rivolto ai giovani affinché possano cominciare a sviluppare maggiore consapevolezza per diventare cittadini più responsabili.

Attraverso l’iniziativa "Cultura finanziaria a scuola: per prepararsi a scegliere" i docenti delle scuole secondarie superiori italiane che partecipano al progetto “Il Quotidiano in Classe” promosso dall'Osservatorio Permanente Giovani – Editori, grazie alla partnership di Intesa Sanpaolo, possono svolgere questa iniziativa. Un'iniziativa articolata su tre impegni: formazione degli insegnanti, lezioni in classe e ricerca. Uno dei punti forti del progetto è proprio la formazione dei docenti che si articola in un incontro di lavoro, un’occasione per offrire agli insegnanti tutti gli spunti didattico-metodologici utili per tenere lezioni in classe sul tema economico finanziario, e in un “Quaderno di Lavoro” ricco di materiali formativi e informativi che ogni anno viene inviato a tutti i professori partecipanti all’iniziativa. Infine in un’apposita sezione del sito www.osservatorionline.it è possibile trovare ulteriori spunti, materiali formativi e informativi oltre a video esplicativi rivolti agli insegnanti. Attraverso il blog dell’iniziativa i professori potranno inviare commenti, suggerimenti, richieste e contattando il call-center dedicato porre quesiti didattici ai quali risponderà un esperto formatore.

L’incontro di questa mattina si è aperto con l’introduzione del Presidente dell’Osservatorio Permanente Giovani – Editori Andrea Ceccheriniche affrontando il tema lavoro ha dichiarato “nella prospettiva professionale, una laurea non è garanzia di successo, ricordatevelo ragazzi”. E’ con queste parole che il Presidente Ceccherini ha preso in contropiede, scuotendo, gli studenti che stavano partecipando all’incontro dedicato al tema del lavoro “tre esempi eclatanti lo certificano – ha continuato Ceccherini – Steve Jobs, il leader di Apple, Mark Zuckenberg, il numero uno di Facebook e Bill Gates, il fondatore di Microsoft lo confermano. Senza quel pezzo di carta sono riusciti comunque ad andare lontano, molto lontano. Forse – ha proseguito Ceccherini – in comune hanno avuto un sogno e la capacità di scommettere su un proprio talento naturale, costruendo la propria professione su una loro passione, e combattendo con tutte le loro forze per realizzarla. Cercate anche voi di interrogarVi – ha concluso il presidente dell’Osservatorio rivolgendosi ai ragazzi – sulle vostre predisposizioni naturali, per provare a mettervi in gioco, partendo dalle qualità che avete, e soprattutto impegnatevi e divertiti, lavorando. Ma non dimenticate mai che la parola successo viene prima di sudore, solo nel vocabolario. Nella vita l’ordine è sempre inverso”.

Il presidente di Mediobanca Renato Pagliaro nel suo intervento iniziale ha dichiarato che non esiste una graduatoria del lavoro, specificando che non ci sono lavori di serie A e serie B, ma ha affermato che la differenza è data dalla passione e dalla voglia che ognuno mette nel lavoro che svolge. Il Presidente Pagliaro ha concluso il suo discorso spronando i ragazzi presenti invitandoli ad essere artefici del proprio futuro. Questo invito ha aperto un confronto ricco di domande da parte dei giovani presenti in sala che è stato molto interessante e coinvolgente.

L’incontro ha visto la partecipazione anche dell’editorialista del Corriere della Sera Dario Di Vico che oltre a intervistare Renato Pagliaro ha anche cercato di spiegare, da addetto ai lavori specializzato in temi economico finanziari, come la scuola e i giovani potrebbero interagire di più e meglio con il mondo del lavoro favorendo una maggiore conoscenza di questa realtà prima che i giovani stessi concludano il loro percorso di studi.



pag. 1   2   3   4   5   6