imagihttps://osservatorionline.it/media///2019/03/giornale-sicilia.png

mercoledì, 28 Novembre 2012 Cosa sareste disposti a fare per una buona causa?

Su ilquotidianoinclasse.it abbiamo chiesto ai ragazzi di rispondere a questa domanda, partendo dalla notizia delle due cheerleader che si sono rasate i capelli per sostenere la lotta al cancro.

Su ilquotidianoinclasse.it troviamo sempre il modo per stimolare i ragazzi e  dargli modo di esprimere la propria opinione. Questa volta siamo partiti da una notizia che viene dagli Usa: stiamo parlando della vicenda delle due cheerleader americane della squadra Indianapolis Colts che si sono fatte rasare i capelli a zero in diretta TV per sostenere la lotta contro il cancro.

Le due ragazze, Megan e Crystal Ann, hanno deciso di rinunciare a qualcosa di più di un vezzo per sostenere la battaglia conto la leucemia che da qualche mese il coach della squadra di football dei Colts, Chuck Pagano, sta combattendo. Anche i giocatori della squadra, già all’inizio del campionato, si sono rasati a zero i capelli, per supportare il loro coach, contribuendo a diffondere un messaggio di solidarietà anche tra i tifosi.

E’ stato creato, inoltre, un hashtag apposito su Twitter, #chuckstrong (Forza Chuck), grazie al quale, sono stati raccolti oltre 22 mila dollari per la ricerca sul cancro.

Partendo da questa notizia abbiamo chiesto ai ragazzi cosa sarebbero disposti a fare per una buona causa! I commenti sono stati tantissimi: c’è chi parteciperebbe a una maratona dall’altra parte del mondo e chi rinuncerebbe a tv e computer per sempre, oppure chi vorrebbe arruolarsi nell’esercito. Non manca chi pensa che per aiutare chi sta male il vero gesto eroico e coraggioso sia semplicemente quello di stargli vicino, dimostrandogli il proprio affetto e chi, nel caso specifico della leucemia, donerebbe il midollo osseo, gesto coraggioso e altruista che potrebbe salvare una vita.

Per leggere tutti i commenti dei ragazzi basta cliccare qui



news del giorno: pensieri quotidiani dall'Osservatorio

pag. 1   2   3   4   5   6