imagihttps://osservatorionline.it/media///2019/03/giornale-sicilia.png

sabato, 25 Maggio 2013 L'allarme di Squinzi: "Disoccupazione giovanile vero problema del Paese"

"Parliamo del vostro futuro: fare impresa è ancora possibile?", il titolo dell'incontro con il Presidente di Confindustria.

“Il vero problema del Paese è la disoccupazione giovanile, dove il 40% dei ragazzi non riesce a trovare lavoro e tanti hanno rinunciato a cercarlo: così rischiamo di perdere una, forse due generazioni di giovani”. È l’allarme lanciato dal Presidente di Confindustria Giorgio Squinzi, nel corso dell’incontro  “Parliamo del vostro futuro: fare impresa è ancora possibile?”, durante il convegno Crescere tra le righe.

Secondo Squinzi “il nostro sistema scolastico funziona. Ci sono poi errori anche nel nostro sistema educativo: la riforma dell’università deve permettere di utilizzare al meglio le risorse che abbiamo, orientandole per avere una competitività di base”. Ai giovani delle scuole superiori e dell’università il presidente di Confindustria ha raccontato come è arrivato al successo imprenditoriale. “La nostra azienda è nata grazie a mio padre, ciclista professionista che iniziò a lavorare da un artigiano che produceva intonaci colorati: imparò il mestiere e si mise in proprio. L’insegnamento che mi ha lasciato è che conta la voglia di intraprendere un lavoro. Nel dopoguerra ci fu una voglia incredibile di far crescere il Paese. Ricordo che l’azienda aveva sette dipendenti, mentre adesso siamo più di 8mila in tutto il mondo. Era un momento favorevole, oggi non è così, ma chi ha voglia di mettersi in gioco deve perseguire comunque l’obiettivo”.

In un contesto come quello attuale, ha continuato Squinzi, “la priorità è quella di lottare contro la complicazione normativa e burocratica presente nel Paese. La sfida è la semplificazione”. 



news del giorno: pensieri quotidiani dall'Osservatorio

pag. 1   2   3   4   5   6