imagihttps://osservatorionline.it/media///2019/03/giornale-sicilia.png

lunedì, 17 Giugno 2013 Maturità 2013, quando i pronostici corrono sul web

Cominciano a circolare le prime indiscrezioni sui temi delle prove. Si parla soprattutto di Ungaretti e della crisi economica

Manca ormai pochissimo agli esami di maturità. E, come ogni anno, si va alla ricerca di indizi sui temi delle prove. Specialmente sul web. Diversi siti specializzati hanno cominciato a dare indicazioni precise: per la prova di italiano si parla soprattutto di Ungaretti, insieme a Svevo, Pirandello e Quasimodo per l'analisi del  testo; invece per il tema o il saggio/articolo, bisogna tenere d’occhio la crisi e lo sviluppo sostenibile (2013 anno Europeo contro lo spreco), internet (30 anni dalla nascita), la condizione femminile e il cammino dell’integrazione europea.  

Per le previsioni che corrono sul web, di solito si esaminano accuratamente le tracce assegnate all’esame di Stato negli anni passati, e si fanno delle ipotesi in base all’attualità gli anniversari e le ricorrenze. Inoltre quest’anno alcune informazioni sono trapelate l’ispettore Favini, l’uomo che crea le tracce dell’esame di maturità, che si è fatto sfuggire qualcosa in un’intervista.  

Infatti, stando alle sue affermazioni, nella redazione delle tracce della prima prova si seguono dei principi ben precisi: per l’analisi del testo si sceglie un autore molto noto e un testo poco noto; l’attualità non è mai troppo recente (le tracce vengono scritte circa sei mesi prima della maturità); non vengono mai toccati temi troppo scottanti come la religione e la politica per non mettere in crisi il maturando. Le tracce vengono finite di scrivere tra gennaio e febbraio.



news del giorno: pensieri quotidiani dall'Osservatorio

pag. 1   2   3   4   5   6