imagihttps://osservatorionline.it/media///2019/03/giornale-sicilia.png

martedì, 26 Novembre 2013 La tanto agognata gita scolastica: meno ma meglio

Il tradizionale viaggio di fine anno cambia, dalla meta alla tipologia

Ciò che per gli studenti è puro svago e divertimento, la gita scolastica (anche se il viaggio di istruzione di fine anno nasce con ben altre finalità), negli ultimi anni, causa crisi, si è numericamente ridotto. Fino a qualche anno fa più di un milione di studenti prendeva parte al viaggio di fine anno; lo scorso anno si è scesi a poco più di 900 mila (un calo all’incirca del 30 per certo). La riduzione delle gite scolastiche è inversamente proporzionale però alla qualità del viaggio stesso: si è molto più attenti alla meta. Le città preferite per i licei sono Praga, Barcellona e Berlino, mentre Venezia, Torino, Roma e Firenze vanno per la maggiore nelle medie inferiori, perché la gita scolastica è una tradizione che comincia fin dai primi anni di scuola

L’idea della gita scolastica nasce nel lontano 1913, ad occuparsene allora era il TouringClub Italiano, ancora impegnato nel cercare di coadiuvare arte, cultura, percorsi storici e stage linguistici. Oggi, come ieri, si vuole aiutare la crescita culturale e civile dei ragazzi attraverso il viaggio, un viaggio che permette ai ragazzi di passare dalla teoria alla pratica: il percorso di studio intrapreso prende vita grazie agli itinerari che lo ripercorrono. Un ruolo di primo piano lo ricoprono i musei, tappa quasi sempre obbligatoria; a tal proposito Benedetto Vertecchi, pedagogista ed esperto di politica scolastica dice “ i musei dovrebbero lavorare a stretto contatto con le scuole, in modo da trasformare la gita in un viaggio formativo vero e proprio, capace cioè di allargare le vedute dello studente. In Italia questo legame si è perso. Senza una buona preparazione che precede il viaggio e senza la verifica, una volta rientrati, il viaggio di istruzione diventa solo una gita, cioè un momento di interruzione dell’anno scolastico”.

Fonte ilcorriere.it



pag. 1   2   3   4   5   6