imagihttps://osservatorionline.it/media///2019/03/giornale-sicilia.png

lunedì, 13 Gennaio 2014 Ilquotidianoinclasse.it: i temi della dodicesima settimana

Si parla di parole da cancellare e da inventare, dell’essere più rabbiosi e del cognome materno

Nuovi temi sono stati lanciati dai nostri tre blogger sul portale ilquotidianoinclasse.it: Gianna Fregonara, blogger del Corriere della Sera, questa volta sprona i ragazzi a pensare al futuro.. il futuro delle parole; quali sono infatti le parole che si vorrebbero cancellare dal dizionario della lingua italiana e quali invece quelle da introdurre? Da una prima indagine risulta che le parole che si vorrebbero cancellare sono gli intercalari che tendono ad appesantire la conversazione (“quant’altro”, “piuttosto che”, “tipo che” ecc.) mentre quelle che si vorrebbero inserire sono quelle legate alle nuove tecnologie e riprese il più delle volte da altre lingue (“tweet”, “tag”, “post” ecc..) 

Massimo Esposti, blogger de Il Sole 24 Ore, ci parla di quelli che sono gli atteggiamenti che siamo soliti adottare con le altre persone: siamo sempre più rabbiosi e meno pazienti, soprattutto nei confronti di chi sbaglia o di chi la pensa diversamente; la rabbia è quindi un sentimento sempre più presente nella nostra vita: è davvero così? Quanto si è cambiati rispetto al passato e quanto incide la rabbia nella nostra vita? Ecco i quesiti lanciati dal blogger.

Infine Paolo Giacomin, blogger del Quotidiano Nazionale si rifà all’attualità: la Corte di Strasburgo ha recentemente condannato l’Italia in merito al diritto dei figli di poter portare accanto al proprio nome il cognome della madre e non solo quello del padre. Questa decisione ha scatenato un forte dibattito e pertanto il blogger si è rivolto ai ragazzi chiedendo loro di aggiungere al proprio cognome quello della madre: c’è chi sostiene  che questo cambiamento porti anche a cambiare il carattere.. è davvero così?

Qui trovate tutti i video dei blogger!

 

 



pag. 1   2   3   4   5   6