imagihttps://osservatorionline.it/media///2019/03/giornale-sicilia.png

giovedì, 06 Marzo 2014 Università La Sapienza: attivato un nuovo cloud informatico

Un cloud a disposizione di tutta la comunità universitaria, nazionale e internazionale

Con questa nuova iniziativa, con la creazione di un «cloud» informatico a disposizione di tutta la comunità universitaria, l’università romana de La Sapienza entra di diritto nella didattica del futuro”. Grazie al contributo della Fondazione Roma, che aveva invitato tutte le università romane a presentare dei progetti per le attività formative ed offrire un sostegno concreto al settore, La Sapienza ha deciso di destinare i finanziamenti ricevuti ad una serie ben specifica di obiettivi: il primo obiettivo è quello di creare una sorta di ponte tra la formazione secondaria e il mondo universitario, in particolare per tutto ciò che concerne l’innovazione tecnologica. Il secondo obiettivo, invece, prevede di rafforzare la presenza della Sapienza nel sistema formativo internazionale. Per il raggiungimento di questi obiettivi è prevista la creazione della cosiddetta “nuvola informatica” a disposizione di tutta la comunità universitaria (la nuvola consentirà di archiviare grandi quantità di dati così da avere uno spazio virtuale perfettamente condiviso). Prevista anche l’estensione della rete wi-fi universitaria (e relativo servizio di connessione gratuito a tutti gli studenti). È prevista anche la creazione di un centro per la produzione dei contenuti didattici multimediali, soprattutto video (l’intero processo di realizzazione:ambientazione, riprese, postproduzione e montaggio). I contenuti didattici saranno usati per tutte le attività e-learning internazionali già avviate: la Sapienza, infatti, fa parte del network Coursera, spin-off universitario nato nel 2012 a Stanford per la didattica in rete che ha 17 milioni di iscritti in tutto il mondo.

Fonte corriere.it



pag. 1   2   3   4   5   6