imagihttps://osservatorionline.it/media///2019/03/giornale-sicilia.png

sabato, 08 Marzo 2014 L’istruzione salvavita per le bambine

In occasione della Giornata nazionale della donna l’Unicef lancia #8marzodellebambine

Nel giorno della Giornata nazionale della donna, l’Unicef ha lanciato una nuova iniziativa:  #8marzodellebambine - “l’istruzione come salvavita”, per porre l’attenzione sul dramma dell’infanzia negata. Giacomo Guerrera, presidente dell’associazione, esprime con queste parole l’importanza di quest’iniziativa:  “l’istruzione delle bambine è l’investimento più potente che una nazione possa fare, perché accelera la lotta contro la povertà, le malattie, la disuguaglianza e la discriminazione di genere.  

L’Unicef ha lanciato per l’occasione un cartone animato sui matrimoni precoci e una videogallery animata che racconta storie di “anormale normalità”.  “Trentuno milioni di bambine, nel mondo, sono escluse dalla scolarizzazione primaria, le ragazze con istruzione secondaria hanno fino a sei volte meno probabilità di sposarsi precocemente, rispetto a quelle con poca o nessuna istruzione. Nell’Africa subsahariana, circa 1,8 milioni di bambini, nel 2008, sarebbero stati salvati se le loro madri avessero avuto un’istruzione secondaria e di conseguenza migliori conoscenze dei comportamenti igienici e sanitari per garantire la salute dei loro figli” riferisce sempre Giacomo Guerrera. 

L’Unicef ci tiene a sottolineare l’importanza della scuola come luogo reale di protezione dagli abusi, dallo sfruttamento, dai matrimoni e dalle gravidanze precoci, che mettono letteralmente a rischio la vita delle bambine e delle ragazze, soprattutto in alcuni paesi del mondo in via di sviluppo dove più le bambine e le donne sono ancora fortemente discriminate.  

Fonte lastampa.it



pag. 1   2   3   4   5   6