imagihttps://osservatorionline.it/media///2019/03/giornale-sicilia.png

venerdì, 20 Giugno 2014 L’opinione degli studenti dopo le prime due prove della Maturità 2014

Uno studente su due sostiene che molti degli argomenti proposti non erano in programma

Le prime due prove dell’esame di Maturità, quella d’italiano e quella d’indirizzo, sono ormai già acqua passata e la mente è già concentrata sul “quizzone”, la terza prova scritta che sarà effettuata nei prossimi giorni. Le commissioni sono alle prese con le prime correzioni e non mancano i commenti più o meno a caldo degli studenti che hanno sostenuto le prime due prove. Il portale Skuola.net ha effettuato un  sondaggio prendendo a campione mille maturandi. Uno studente su tre ha sostenuto che le prove erano troppo difficili; il 50% degli intervistati ha sostenuto invece che gli argomenti proposti non erano stati del tutto trattati durante l’ultimo anno scolastico (il 21% degli studenti ha dichiarato che gli argomenti che non erano proprio presenti nel programma svolto mentre il 31% afferma c’era una corrispondenza solo parziale); purtroppo la seconda prova scritta ha carattere nazionale, come la prima, e quindi può capitare che alcuni argomenti non siano stati trattati allo stesso modo. Dallo stesso sondaggio si evince poi che il fenomeno “copioni” è stato molto arginato: otto studenti su dieci hanno fatto tutto da soli! È forse questa la vera sorpresa della Maturità 2014: solo il 6% degli studenti intervistati ha dichiarato di aver sfruttato i foglietti che aveva in tasca, preparati nei giorni del “grande ripasso”; il 10% ha copiato il compito alla vecchia maniera, ovvero ricevendo la prova da uno dei compagni. Pochissimi sono riusciti a fare ricorso all’ausilio di internet (solo il 4%). 



pag. 1   2   3   4   5   6