imagihttp://osservatorionline.it/media///2019/03/giornale-sicilia.png

header

Cyberbullismo: unità di apprendimento

Scheda a cura di Piero Cattaneo

Il rispetto delle regole come condizione fondamentale per garantire la convivenza civile

Legittimazione della proposta

La prevenzione e il contrasto al bullismo vengono promossi e si consolidano nella scuola e nella vita di tutti i giorni attraverso esperienze che consentano di apprendere il concreto prendersi cura di se stessi, degli altri e dell’ambiente di vita, favorendo forme di cooperazione e di solidarietà.

Il bullismo, nelle varie forme e nei diversi luoghi in cui si manifesta, è la negazione di questi valori che stanno alla base della convivenza civile.

Quindi realizzare una Unità di Apprendimento a scuola sul rispetto delle regole della convivenza civile risponde a scelte educative fondate sulla Costituzione della Repubblica Italiana. In particolare l’esperienza è basata sulla prevenzione ed anche sul contrasto al bullismo in quanto contribuisce:

−      alla formazione della persona (uomo o donna che sta costruendo la sua identità, sulla base della sua autonomia e senso di responsabilità);

−      alla formazione del cittadino/a in quanto aiuta i giovani a rendersi consapevoli delle situazioni a rischio in cui può venirsi a trovare e a saperle affrontare con fermezza, responsabilità e comportamenti preventivi e/o di contrasto verso ogni forma di violenza e sopraffazione;

−      all’acquisizione di conoscenze e di competenze che stanno alla base della cultura del rispetto, della cooperazione e collaborazione con gli altri (coetanei o adulti).

 

CLICCA QUI PER SCARICARE E STAMPARE LA SCHEDA COMPLETA