imagihttps://osservatorionline.it/media///2019/03/giornale-sicilia.png

venerdì, 17 Luglio 2015 Estate: per alcuni studenti è anche sinonimo di “debiti da recuperare”

In aiuto degli studenti vacanzieri arriva la rete e i tutor via Skype

Secondo un ultimo sondaggio condotto da Skuola.net uno studente su quattro passerà l’estate sui libri per prepararsi a sostenere le prove di recupero dei debiti formativi. Si parla all’incirca di più di seicento mila studenti che dovranno continuare a fare versioni, espressioni di matematica, traduzioni dall’inglese all’italiano. Le scuole non sono più obbligate ad organizzare corsi di recupero pertanto molti studenti sono costretti a ricorrere alle ripetizioni private. Il problema principale sembra essere la tempistica: trovare un docente fidato per le ripetizioni durante l’estate, con le famiglie che hanno già pianificato le vacanze, può essere un’impresa ardua.

Ed ecco allora che la rete arriva in soccorso degli studenti/vacanzieri: lo stesso portale Skuola.net ha lanciato un innovativo marketplace online per le ripetizioni. All’interno del portale è possibile individuare il tutor più adatto alle proprie esigenze in termini di materia e di livello d’insegnamento, partendo dalle elementari fino all’università. La residenza di ciascuno di essi è geolocalizzata, per cui è possibile scegliere se recarsi dal docente più vicino oppure richiedere lezioni a domicilio. Molti dei tutor registrati sono disponibili anche per sessioni online su Skype, in modo da poter comunque aiutare gli studenti più distanti. 
 

Fonte lastampa.it



pag. 1   2   3   4   5   6