imagihttp://osservatorionline.it/media///2019/03/giornale-sicilia.png

Il talento secondo Brunello Cucinelli

Brunello Cucinelli è Presidente e Amministratore delegato della Brunello Cucinelli SpA, maison di moda italiana operante nel settore dei beni di lusso assoluto, specializzata nel cashmere e divenuta nel tempo uno dei brand più esclusivi nel settore del pret-à-porter “informal luxury” a livello mondiale. La Brunello Cucinelli, fondata nel 1978 dall’omonimo stilista e imprenditore, ha riportato ricavi netti nel 2014 pari a 355,9 milioni di Euro (+10,4% rispetto all’anno precedente), e un EBITDA di 63,0 milioni di Euro (in crescita del +8,4% rispetto al 2013) con la presenza attuale di oltre 1.200 addetti.

Il Gruppo è attivo a livello internazionale in 60 Paesi attraverso più di 100 boutique monomarca nelle più importanti capitali e città mondiali (Milano, Roma, Venezia, Parigi, Londra, Madrid, Barcellona, Berlino, Monaco, Ginevra, Zurigo, New York, Los Angeles, Miami, Chicago, Città del Messico, Mosca, Tokyo, Hong Kong, Shanghai, Pechino e Seoul) e nelle più esclusive località resort (ad es. Capri, St. Tropez, Porto Cervo, Cannes, Cortina, St. Moritz, Sylt, East Hampton, Aspen), con una presenza significativa in circa 700 selezionati multibrand, compresi i principali department stores del lusso. Il successo della Brunello Cucinelli S.p.A. affonda le sue radici in una cultura del “Made in Italy” fatta di grande qualità, artigianalità, contemporaneità ed esclusività dei prodotti. La vita dell’impresa si svolge da sempre nel borgo medievale di Solomeo, alle porte di Perugia. L’attenzione e la cura riposte nella realizzazione del prodotto si esprimono attraverso l’utilizzo di materie prime di eccellenza, eseguite esclusivamente in Italia, che unite al savoir faire e alla creatività, fanno dell’azienda di Solomeo uno dei più esclusivi testimonial del lifestyle italiano nel mondo.

La sua storia imprenditoriale inizia nel 1978, a 25 anni, quando avvia un piccolo laboratorio di 40 mq. Negli anni ’80 l’attività cresce e si sviluppa. I suoi capi sono venduti in Italia, Germania e Stati Uniti. Nel 1985 acquista il Castello del borgo trecentesco di Solomeo, che riporta al suo antico splendore dopo 25 anni di accurati restauri. Trasferisce la sede dell’azienda all’interno del castello e impianta una seconda sede ai piedi del piccolo paese. Nel 2008 inaugura il Foro delle Arti, che rappresenta la realizzazione più alta degli ideali umanistici di Brunello Cucinelli con l’uomo al centro dell’impresa. Nel 2012, guida con successo l’azienda all’ingresso alla Borsa di Milano. Nel 2013 nasce la Scuola di Solomeo; un sogno a lungo cullato, e al tempo stesso un’applicazione significativa del nuovo concetto rivoluzionario di capitalismo umanistico che Brunello ha ideato e messo in pratica: restituire la propria nobiltà ai mestieri artigiani e riconoscere il giusto compenso relativamente alla qualità di questo speciale tipo di lavoro; una sorta di neo-rinascimento dei valori nobili dei mestieri, che restituisca ai giovani la fiducia nel futuro. Nel 2014 Brunello Cucinelli dà inizio alla costruzione  in Solomeo dell’Oratorio Laico Contemporaneo; un luogo di ricreazione e sport circondato da giardini e parchi, il quale, fondendosi con l’esistente società Castel Rigone Calcio, dà vita ad una grande “Scuola Internazionale e multietnica” di calcio maschile e di pallavolo femminile per bambini e bambine dai 6 ai 12 anni. Il fine è creare degli spazi dove giovani ragazzini e ragazzine possano trascorrere una parte del loro pomeriggio tra sport e ricreazione, condividendo gli stessi ideali di bellezza, rispetto, dignità, umanità, tolleranza. Brunello Cucinelli è anche Presidente del Teatro Stabile dell’Umbria al Quinto mandato e dal marzo 2014 Consigliere presso la Filiale della Banca d’Italia di Perugia, consigliere di amministrazione di Altagamma e membro del Consiglio Direttivo della Camera Nazionale della Moda Italiana.

Onorificenze principali:

Maggio 2010:  Cavaliere del Lavoro nominato dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano

Novembre 2010: Laurea magistrale honoris causa in filosofia ed etica nei rapporti umani dall’Università di Perugia

Maggio 2011: Premio Guido Carli per essersi distinto come imprenditore-filosofo

Maggio 2013:  Benemerito della Scuola della Cultura e dell'Arte (Ministero per I Beni Culturali)

Settembre 2014: riceve il prestigioso Premio Cavour per aver dato vita ad una impresa all’avanguardia che ricerca fini oltre il necessario profitto aziendale

Ottobre 2014: il Fashion Group International gli assegna a New York il premio Fashion Star Honoree Award, riconoscimento destinato ai più grandi stilisti del mondo