imagihttp://osservatorionline.it/media///2017/07/messaggero.jpg

Il talento secondo Carlo Conti

Carlo Conti nasce in una splendida Firenze il 13 marzo del 1961. Dopo un breve periodo di lavoro in banca decide di dedicarsi alla propria passione e quindi, da giovanissimo, inizia a lavorare come DJ nelle discoteche e nelle radio e tv private locali. Grazie a questa esperienza viene in contatto con la nuova generazione della comicità toscana, incontrando quelli che poi diventeranno amici e compagni di viaggio… Gli esordi Inizia giovanissimo a dedicarsi alla propria passione: la Radio. È il 1977 quando con alcuni amici fonda Radio Firenze Nuova. L’anno successivo entra a Radio Firenze 2000 e nel 1979 a Radio Diffusione Firenze per la quale conduce Rdf Parade. Successivamente passa alla direzione di Lady Radio. Il debutto televisivo in rai avviene nel 1985 quando approda a Discoring. "Non ero ancora pronto per la tv di stato" sostiene poi Carlo ripercorrendo la sua biografia, "in modo molto maturo preferii continuare la gavetta nelle reti locali toscane, e con molta soddisfazione!!" Bisogna però attendere il giugno del 1992 per il primo riconoscimento importante, quando il suo programma “Vernice fresca“, in onda su Cinquestelle una tv locale, vince l’OSCAR TV LOCALI a Milazzo. Ma procediamo con ordine… Il “lancio” del giovanissimo Carlo Conti presentatore avvenne nel 1982 con il programma “Ciack per un’artista domani”, in onda su una rete regionale toscana, il programma, che si proponeva di trovare giovani talenti nel mondo dello spettacolo, fu galeotto e permise l’incontro di Carlo con un altrettanto sconosciuto Leonardo Pieraccioni. Siamo nell’86 quando insieme agli amici Pieraccioni e Panariello nasce il programma tv “Succo D’arancia” uno spettacolo comico e spesso improvvisato che fingeva di svolgersi nel dietro le quinte di una trasmissione televisiva importantissima. Il successo locale è sconvolgente e così dalla tv lo spettacolo si trasferisce nelle piazze toscane nel simpatico “Succo d’arancia in tour” a cui prende parte anche la band degli Interno 31. La squadra dei toscanacci inizia così ad allargarsi e con anche Niki Giustini, Gaetano Gennai, Andrea Cambi, Massimo Antichi e tanti altri inizia l’avventura del sopracitato “Vernice Fresca” (1992): uno spettacolo comico ed innovativo che raccoglie immediatamente il favore del pubblico e non passa di certo inosservato ai vertici…Il programma matura, si arricchisce di una presenza femminile, Katia Beni e di una napoletana, Lucio Caizzi e diventa il ben noto “Aria Fresca” con una importantissima novità: il successo è nazionale grazie al trasferimento del programma su VideoMusic (1995) prima e TMC poi. Negli stessi anni (1994) inoltre, insieme agli inseparabili amici Giorgio Panariello e Leonardo Pieraccioni, scrive ed interpreta “Fratelli d’Italia” per un tour teatrale. Le tappe… Parallelamente ai successi ottenuti con l’affiatatissima squadra dei Toscani inizia anche la carriera da “solista” del conduttore Carlo in rai. È infatti del 1992 l’edizione di Big! su RAI uno, il programma pomeridiano in cui mette in luce la sua abilità nel gestire i dibattiti e le discussioni fra i giovani e che gli vale il Telegatto per la categoria “Tv dei ragazzi”!! E continua con l’anno successivo al fianco di Maria Teresa Ruta in “Uno per tutti”, sempre dedicato ai ragazzi. Sempre in questi anni si moltiplicano le sue presenze in video con due edizioni di “Telethon” (1992 e 1993), “L’attesa” programma della Vigilia di Natale con Maria Teresa Ruta, e “La festa della mamma” nel maggio ‘93. Seguono poi le “Anteprime di Miss Italia” (1994 e 1995), la partecipazione a “Giochi Senza Frontiere” e il programma estivo “Big Box”. Ma è nell’estate del 1996 che approda in prima serata in rai con il fortunatissimo “Su le mani” trasmesso da un calorosissimo Bandiera Gialla di Rimini: sul palco al suo fianco l’istrionico Panariello. Nel 1997 inizia l’avventura coi quiz tv, prende infatti parte al team di conduttori di “Luna Park” e della “Zingara”. Nello stesso anno conduce inoltre, “Miss Italia nel mondo”, “L’uomo e lo sport” con Gianni Minà, e in occasione del Congresso Eucaristico, Il gran finale di “storie al microscopio”. Nell’estate dello stesso anno conduce il varietà estivo “Va ora in onda” sempre dal Bandiera gialla di Rimini. Un successo dopo l'altro... Nel gennaio 1998 inizia l’esperienza con il preserale di rai uno con “Colorado – Due contro tutti” portandolo dal 14% ad oltre il 20% di share!!!! Ormai fedele all’emittente rai, nell’estate 1998 dal Bandiera Gialla di Rimini conduce il varietà “Cocco di mamma” e successivamente “Miss Italia nel mondo 1998” (anche gli anni successivi), Il “David di Donatello” e “Sanremo Estate”. Nell’autunno 1998 inizia la fortunata serie di “In bocca al lupo“(che andrà avanti fino al 2000 e per il quale si è aggiudicato un Telegatto), seguito poi, nel maggio ‘99, dalla striscia serale subito dopo il Tg “Caccia al lupo“. Fortunatissimi programmi che toccano punte di ascolto considerevoli. Il 31 dicembre 1999 conduce su RaiUno “Millennium“, una trasmissione di quindici ore per seguire in diretta lo scoccare della mezzanotte in oltre sessanta paesi del mondo. Poi “Zitti tutti! Parlano loro“, trasmissione dedicata ai ragazzi, e la seconda edizione di “Sanremo estate“. Nel 2000 e nel 2001 le avventure più stimolanti alla guida della domenica pomeridiana: “Domenica in” e “Dom&Nika in”. Dopo una puntata zero del 2001, nel gennaio 2003 parte l’avventura con “I Raccomandati”, programma diventato poi uno dei simboli dell’emittente RAI (Carlo la guiderà fino al 2008). Una curiosità che riguarda proprio il 2003 è che, su proposta della Presidenza del Consiglio dei Ministri, il 27 Dicembre diviene Cavaliere Ordine al Merito della Repubblica Italiana. Volto simbolo di Rai 1 Dal 2004 al 2008 Carlo si conferma quale volto simbolo di rai uno essendo autore e conduttore di programmi di successo fra cui 4 edizioni di “Miss Italia“ (2004-2007) 5 edizioni de “L’anno che verrà” (il capodanno di Rai Uno in diretta da una affollatissima e rumorosa Rimini). I divertenti quiz preserali “Alta tensione” (proposto per la prima volta nel 2006 e riproposto nel 2008) e “l’Eredità” (2006-2008). Seguono poi ancora gli show “I raccomandati” (fino al 2008) “Fratelli di test” (2007, al sabato sera), “I Fuoriclasse” (2007) e varie edizioni speciali di “50 canzonissime” (dal 2003 al 2008). Il 2008 è per Carlo un anno ricco di soddisfazioni! Inizia nel migliore dei modi. Il sabato sera di Rai Uno è suo con “I migliori anni”, un viaggio musicale fra i decenni del passato che si è guadagnato l’affetto del pubblico e della critica, che lo hanno premiato con la consegna del PREMIO REGIA TELEVISIVA quale Miglior Programma dell’anno e con il PREMIO REGIA TELEVISIVA al televoto da casa. Non solo il successo del programma, ma anche quello personale del conduttore che si è visto così consegnare (meritatamente) il premio quale PERSONAGGIO MASCHILE DELL’ANNO "per la sua poliedricità e capacità di adattarsi a qualsiasi tipo di programma, dal varietà al quiz". Il successo del programma è tale da meritare una seconda edizione nell’autunno dello stesso anno, sbaragliando qualsiasi concorrenza. Il format tutto italiano sarà, nel 2009, proposto anche in Spagna, Francia e Turchia. E nel 2010 sbarca anche in Romania. Sempre nell’autunno 2009, Carlo torna anche nella veste di speaker radiofonico, tutte le sere, con l’amico Gianfranco Monti. Gli viene inoltre ufficializzato il ruolo di direttore artistico del concorso di “Miss Italia” che torna a condurre. In tutto ciò continua, ovviamente, il successo de l’Eredità e la 7 edizione de I Raccomandati. Da settembre 2009 torna l’EREDITA’ ogni giorno su RAI uno con le 4 nuove Prof: Serena Gualinetti, Benedetta Mazza, Cristina Buccino, Enrica Pintore. E torna anche la terza fortunatissima serie de I MIGLIORI ANNI al fianco di Angela Tuccia, Roberta Morise, Sara Facciolini ed Elena Ossola. Entrambe le trasmissioni, visto l’enorme successo di pubblico, si sono aggiudicate il premio Oscar TV 2010, presentato dallo stesso Carlo. Ritorno alle origini È un ritorno alle origini quello che nel maggio 2010 Carlo ripropone in prima serata su rai uno. Circondato da molti degli stessi comici con i quali iniziò, riporta in scena “Voglia di Aria Fresca”, spettacolo di cabaret ispirato al cult degli anni ‘90 che lo lanciò nel mondo televisivo. A settembre riparte la stagione autunnale televisiva in prima serata con “I migliori anni” associata per la prima volta alla Lotteria Italia e prosegue il successo quotidiano de l’Eredità affiancato da nuove Prof: Ludovica Caramis, Laura Forgia, Eleonora Cortini e Francesca Fichera. Il 2011 inizia con la vittoria del Premio Regia Televisiva dello show tv “I Migliori Anni”. È un anno di sperimentazione e nella primavera va in onda un format innovativo in cui personaggi famosi si cimentano in gare canore in 4 puntate in diretta. Il titolo spiega bene le finalità del programma: “Lasciami cantare!!!”. Alla sperimentazione si affianca la tradizione con il successo quotidiano de l’Eredità che aggiunge qualche modifica e si conferma il successo di sempre tanto da vincere il premio regia televisiva top ten nell’anno successivo, il 2012. Il 2012 inizia con il ritorno di Carlo alla diretta rai del Capodanno con “L’anno che verrà” questa volta da Courmayeur. È un anno di conferme (l’Eredità che continua a mietere successi) e di nuovi incredibili successi. È l’anno in cui un nuovo format viene testato in primavera con 4 puntate e riconfermato nel settembre per una lunga edizione di 12 puntate. Si tratta di Tale e Quale, un format che ha piacevolmente stupito per qualità e successo di ascolti. È anche l’anno in cui, accompagnato da Vanessa Incontrada, per la prima volta padroneggia il palco dei Music Wind Award. Ma è anche l’anno in cui vi è la svolta a livello personale e Carlo si sposa con Francesca nella sua Firenze il 16 giugno. Il 2013 inizia con il count down da Courmayeur con l‘Anno che verrà e prosegue con la conquista del sabato sera di rai uno prima con una puntata evento di “Tale e quale show speciale duetti” e poi dal 19 gennaio con il ritorno de “I migliori anni” completamente rivisto e arricchito di uno spazio omaggio alla famosa gara canora tanto celebre in passato: Canzonissima. Ritorna anche alla conduzione dei Wind Music Award con Vanessa incontrada in primavera e ricomincia la stagione televisiva autunnale riportando una terza edizione di “Tale e quale” che continua a confermarsi un prodotto di qualità che incontra il gusto del pubblico che lo premia regalandogli sia ascolti record (punte di 7 milioni!!!) che il Premio Regia Televisiva. Fino ad oggi... Il 2014 riparte da Courmayeur con L' Anno che verrà e continua con l’appuntamento quotidiano con l’Eredità fino al 14 aprile, quando per la prima volta dopo 8 edizioni cede momentaneamente la conduzione all’amico Fabrizio Frizzi. Tornerà alla conduzione del preserale di RaiUno a settembre, ma nel frattempo tornerà sul palco serale di RaiUno da venerdì 2 maggio per 5 puntate di una nuova sfida televisiva “Si può fare!” Ci saranno poi alcune serate evento quali la “Partita del cuore” in diretta televisiva e i Wind Music Award. Incredibilmente questo è anche l’anno in cui Carlo tornerà in teatro con lo spettacolo “Buon Compleanno Francesco Nuti”, l’ 11 Maggio al Mandela Forum di Firenze con gli amici di infanzia: Panariello, Pieraccioni e Masini. In uno spettacolo evento, tutto esaurito dopo due giorni di prevendita, dedicato all’amico Francesco. Ma probabilmente il successo più importante di questo 2014 è a livello personale, con la nascita a febbraio del piccolo Matteo. Carlo è Babbo! In seguito al successo ottenuto dal conduttore, il 25 aprile il direttore di Rai Uno Giancarlo Leone rivela di aver scelto Carlo Conti per la conduzione e la direzione artistica del Festival di Sanremo nel 2015. Il 14 giugno conduce l'evento benefico Nel nome del cuore in diretta da Assisi. Nell'autunno 2014 conduce la quarta edizione di Tale e Quale Show, che ha ritrovato il successo del pubblico, mentre dal 14 settembre 2014 torna alla conduzione di L'eredità fino al 31 ottobre quando lascia nuovamente il posto a Fabrizio Frizzi. Il 2 dicembre 2014 esce il suo quarto libro Si dice babbo, in cui racconta l'esperienza dei primi nove mesi da padre. Il 14 dicembre 2014, ospite a L'Arena di Massimo Giletti annuncia la lista dei partecipanti al Festival. Dal 10 al 14 febbraio 2015 conduce il Festival di Sanremo, del quale cura anche la direzione artistica, affiancato da Arisa, Emma e Rocío Muñoz Morales. Quest'edizione, vinta dal trio Il Volo, ha raggiunto un buon successo di critica e pubblico, chiudendo con una media del 48,64% di share e 10.837.000 di spettatori e risultando l'edizione più vista dal 2005, grazie anche alla presenza di ospiti di rilievo come Conchita Wurst, e le attesissime reunion di Al Bano e Romina Power e degli Spandau Ballet. Dal 9 marzo torna alla conduzione de L'eredità. Il 1º aprile, per fare un "pesce d'aprile" al pubblico di Rai 1, conduce una puntata di Affari Tuoi al posto di Flavio Insinna. Dal 13 aprile è invece al timone della seconda edizione di Si può fare! per sei puntate. Il 4 giugno presenta insieme a Vanessa Incontrada i Wind Music Awards per il quarto anno consecutivo, mentre il 13 giugno presenta per l'ottavo anno Con il Cuore in diretta da Assisi. Il 23 giugno 2015 viene annunciato che sarà direttore artistico e conduttore del Festival di Sanremo 2016, mantenendo la direzione artistica anche per l'edizione del 2017. Nello stesso giorno vengono annunciati i suoi progetto per la stagione 2015-2016: la quinta edizione di Tale e Quale Show in onda nell'autunno del 2015, al venerdì sera, una nuova edizione de I migliori anni prevista per la primavera 2016, e la riconferma alla guida de L'eredità, sempre in staffetta con Fabrizio Frizzi. Inoltre prende parte al concerto de Il Volo in onda il 23 settembre 2015 in prima serata su Rai 1 dall'Arena di Verona, mentre il 27 novembre 2015 conduce in prima serata lo speciale Sanremo Giovani, durante il quale vengono scelti i 6 giovani cantanti delle nuove proposte che, assieme ai due selezionati da Area Sanremo si sfideranno poi a febbraio. Dal 9 al 13 febbraio 2016 conduce nuovamente il Festival di Sanremo, coadiuvato dall'attore Gabriel Garko, Virginia Raffaele e Madalina Ghenea. Quest'edizioni riesce a bissare il successo della precedente: in particolare i media italiani hanno analizzato il fatto che per la prima volta dal nuovo millennio un festival condotto due volte di seguito dallo stesso presentatore non sia crollato negli ascolti. In particolare la seconda serata, con il 49,91% di share, è tra le più viste di sempre, mentre quello del 2016 è il Sanremo più visto dal 2005 con una media che ha sfiorato il 50% di share, superando quella del 2015. Per tale successo, durante la conferenza stampa finale del 14 febbraio 2016 Carlo Conti annuncia che condurrà anche l'edizione del 2017.