imagihttps://osservatorionline.it/media///2019/03/giornale-sicilia.png

L'idea del talento secondo Antonio Paolucci

Nato a Rimini nel 1939, si è laureato in Storia dell'Arte ed è entrato a 29 anni nella carriera direttiva dei Beni Culturali. È stato Soprintendente a Venezia, a Verona, direttore dell'Opificio delle Pietre Dure, Soprintendente per il Polo Museale fiorentino e Direttore Generale dei Beni Culturali per la Toscana. Dal Gennaio del 1995 al Maggio del 1996 ha ricoperto la carica di Ministro per i Beni Culturali nel Governo tecnico di Lamberto Dini. Attualmente ricopre la carica di Presidente del Comitato Scientifico per le mostre d'arte nelle Scuderie del Quirinale. È vicepresidente del Consiglio Superiore dei Beni Culturali e consulente del Sindaco per i musei civici di Firenze. Il 4 dicembre 2007 è stato nominato da Papa Benedetto XVI Direttore dei Musei Vaticani. Paolucci è anche redattore delle riviste Paragone e Bollettino d'Arte. Incarichi di insegnamento presso lUniversità 'degli Studi di Firenze - Facoltà di Lettere e Filosofia - e presso l'Università degli Studi di Siena - Facoltà dei Beni Culturali. Ha scritto vari saggi scientifici (soprattutto sulla pittura italiana di età rinascimentale) sulle riviste: Paragone, Bollettino d'Arte, Arte Cristiana, FMR. Ha pubblicato, fra le altre, le seguenti monografie: Il Museo della Collegiata di Sant'Andrea, (Firenze 1985), Il Laboratorio del Restauro a Firenze, (Genova 1986), Il Museo di Volterra, (Firenze 1988), Piero della Francesca, (Firenze 1989), Luca Signorelli, (Firenze 1991), Antoniazzo Romano, (Firenze 1992), Il Battistero di San Giovanni a Firenze (2 voll.), (Modena 1994), Michelangelo, le Pietà, (Milano 1997), Museo Italia, (Livorno 1998). Ha curato varie mostre e sezioni di mostre. Fra le altre si sottolineano: La mostra di Santo Stefano al Ponte, organizzata nel 1980 e dedicata all'Arte Sacra a Firenze nel XVI secolo, nell'ambito della mostre medicee; Masaccio e il suo tempo, Palazzo Vecchio, Firenze 1990; Maestri e botteghe, Palazzo Strozzi, Firenze 1992; Magnificenza alla corte dei Medici, Palazzo Pitti, Firenze 1997/98, Il Rinascimento in Italia. La civiltà delle Corti, Tokyo e Roma, 2001, Silvestro Lega e il Quattrocento, Forlì 2007, Piero della Francesca, Arezzo 2007, È insignito delle seguenti onorificenze: Cavaliere di Gran Croce della Repubblica italiana, Legione d'Onore della Repubblica francese, Medaglia d'oro dei benemeriti della Cultura, Accademico dei Lincei, XXXV Premio Guidarello per il Giornalismo d'Autore. Vince nel 2008 il Premio Grinzane Ermitage.