imagihttp://osservatorionline.it/media///2019/03/giornale-sicilia.png

venerdì, 18 Gennaio 2019 Maturità 2019: le novità

Annunciate le prime novità che riguardano soprattutto la seconda prova, d’ora in poi mista!

Sono state annunciate alcune delle novità che riguarderanno il prossimo esame di maturità che il prossimo giugno vedrà impegnati gli studenti italiani alle prese con questo importante momento scolastico, e non. Tra le tante novità spicca soprattutto quella della seconda prova che sarà mista in tutti gli indirizzi possibili. Sarà latino e greco al classico e fisica matematica allo scientifico. A cambiare sarà anche l’orale dove debutteranno le tre buste: il candidato avrà, una volta sedutosi davanti alla commissione, tre buste tra le quali pescherà l’argomento-spunto da cui cominciare il colloquio. Il commissario interno quest’anno sarà di italiano. Nei prossimi mesi ci saranno delle simulazioni nazionali per accompagnare gli studenti verso questo nuovo esame. Le simulazioni per la prima prova scritta si terranno tra il 19 febbraio e il 26 marzo mentre quella della seconda prova si terranno tra 28 febbraio e 2 aprile. L’esame di Maturità comincerà con la prova di italiano il 19 giugno.

Per quanto riguarda la prova mista del classico dal Ministero fanno sapere che la versione sarà un testo in prosa corredato da informazioni sintetiche sull’opera, preceduto e seguito da parti tradotte per consentire la contestualizzazione della parte estrapolata (finora la versione era preceduta da poche righe introduttive). E in più ci saranno tre quesiti relativi alla comprensione e interpretazione del brano e alla sua collocazione storico-culturale: una versione decisamente diversa dalle precedenti!

Per quanto riguarda invece quella dello scientifico (con la fisica abbinata con la matematica) ci sarà un alleggerimento della parte con le domande teoriche: non saranno più cinque ma quattro quelle a cui il candidato dovrà rispondere. Resterà la scelta tra i due problemi.

Per il Linguistico ci saranno Lingua e cultura straniera 1 e lingua e cultura straniera 3; per il Liceo delle scienze umane, Scienze umane e Diritto ed Economia politica; per il Liceo delle scienze applicate, Matematica e fisica; per il Liceo Artistico Discipline Progettuali Architettura e Ambiente;  per il Liceo musicale Teoria, analisi e composizione; per il Liceo coreutico, Tecniche della Danza; per gli Istituti tecnici, indirizzo Turistico, Discipline turistiche e aziendali e inglese, indirizzo Informatica, informatica e sistemi reti; infine per gli Istituti professionali, per l’Enogastronomia, scienza e cultura dell’alimentazione e laboratorio servizi enogastronomici, per i Servizi per l’agricoltura, economia agraria e dello sviluppo territoriale e valorizzazione attività produttive e legislazione di settore.

 

Fonte corriere.it



pag. 1   2   3   4   5   6