imagihttp://osservatorionline.it/media///2017/07/messaggero.jpg

L'incontro del 22 febbraio

Si è tenuto presso l’Istituto “Montale” di Genova l’incontro del concorso “Le 5 E dell’energia”promosso da Osservatorio Permanente Giovani - Editori ed Enel nel contesto del progetto nazionale “Il Quotidiano in Classe”. L’Osservatorio Permanente Giovani-Editori ed Enel promuovono, per l’anno scolastico 2018-2019, la quarta edizione del concorso, teso a focalizzare l’attenzione degli studenti e gli sforzi dei docenti sul tema dell’energia e sul nuovo modo di concepirla e di viverla. Ai ragazzi viene richiesto di esplorare il mondo dell’energia scegliendo di approfondire una tra le sue molteplici dimensioni, razionalizzate in cinque ambiti: efficienza, energy transition (transizione energetica), e-mobility, energy and climate change, elettrificazione dell'economia. 

Il tema principale dell’incontro, propedeutico ad aiutare gli studenti nella realizzazione dell’elaborato per il concorso, è stato proprio quello dell’Energy transition, che racchiude in se i concetti di e-mobility e dell’elettrificazione. 

L’appuntamento di questa mattina introdotto e condotto da Alessio Ribaudo, giornalista del Corriere della Sera ha visto oltre ai saluti di rito di Pierfrancesco Salvetti, Responsabile Relazioni Esterne Osservatorio Permanente Giovani - Editori e del Preside della scuola ospitante Giovanni Vallebona, gli interventi di Sonia Sandei, Responsabile Sviluppo Strategico di Enel X e Federico Delfino, docente di “Sistemi Elettrici per l’Energia” e “Power Systems Engineering & Economics” presso la Scuola Politecnica dell’Università degli Studi di Genova.

“L’importanza di questi incontri - ha sottolineato il Prof. Delfino - in ambito di energia sostenibile è legata soprattutto alla creazione di una consapevolezza nelle nuove generazioni, che saranno i futuri abitanti delle Smart cities sostenibili”.

Mentre Sonia Sandei di Enel X ha dichiarato che “la mission di Enel X è  proprio quella di facilitare la transizione energetica in particolare verso la mobilità elettrica. La Liguria - ha proseguito Sandei - è una regione molto virtuosa in questo ambito. L’anno scorso infatti abbiamo firmato con il Comune di Genova un protocollo che prevede l’installazione di 100 infrastrutture di ricarica”.

Un dibattito interessante che ha coinvolto oltre 150 studenti provenienti da Genova, Torino e Milano che hanno partecipato attivamente sollecitando i relatori con domande molto precise e specifiche tese proprio ad approfondire le tematiche affrontate. Un’occasione importante per i ragazzi per capire come sarà la società del futuro della quale loro saranno i cittadini e gli attori principali.