imagihttp://osservatorionline.it/media///2017/07/messaggero.jpg

header

Cerimonia di Premiazione. Edizione 2018/2019

Si è tenuta a Milano, presso l’Istituto d’Istruzione Superiore Fabio Besta, la cerimonia di premiazione del concorso “Tutto per Te!”, promosso dall'Osservatorio Permanente Giovani-Editori e dalla Fondazione Cariplo nell'anno scolastico 2018/2019, nelle scuole partecipanti all’iniziativa "Il Quotidiano in Classe" della regione Lombardia. Alla premiazione del concorso, giunto alla sua terza edizione, hanno partecipato alcune delle scuole secondarie superiori lombarde che hanno preso parte all’iniziativa. Nel corso della mattinata sono intervenuti l’Arch. Cristina Chiavarino, Direttore dell’Area Arte e Cultura della Fondazione Cariplo, Jacopo Loredan, event and Brand Development Manager del mensile FOCUS e già direttore della rivista, Massimo Polidoro, giornalista scrittore e divulgatore scientifico, il Professor Carlo Sorrentino, docente di sociologia dei processi comunicativi presso l’Università degli Studi di Firenze, oltre agli studenti, e, in particolare, quelli delle tre classi vincitrici del concorso che hanno presentato i propri lavori al momento della premiazione. L’obiettivo del concorso è stato, come per le edizioni precedenti, quello di promuovere tra gli studenti la conoscenza, la salvaguardia e la valorizzazione in chiave innovativa del patrimonio culturale materiale e immateriale. In occasione delle celebrazioni del cinquecentesimo anniversario della morte di Leonardo Da Vinci è stato chiesto agli studenti di simulare un dialogo con l’artista, figura, decisamente avanguardista, che continua ad affascinare. Leonardo Da Vinci seppe infatti anticipare il futuro, mettendosi in gioco in ambiti diversi: dalla pittura all’ingegneria, dall’idraulica all’anatomia. Partendo da questo assunto gli alunni hanno individuato, studiato e presentato a Leonardo, tramite un documento ppt o una clip video, un’opera artistica, un progetto ingegneristico o una scoperta scientifica legata alla regione Lombardia risalente all’ultimo secolo. I ragazzi hanno effettuato innanzitutto una ricerca ricorrendo ai giornali che hanno ricevuto a scuola (Corriere della Sera, Il Sole 24 Ore e Il Giorno), ai materiali didattici realizzati ad hoc per il concorso, come anche alle fonti individuate autonomamente nelle biblioteche di pubblica lettura e in Rete. In particolare hanno approfondito le peculiarità della realtà in cui vivono, raccogliendo informazioni ad hoc.

La cerimonia di oggi è stata condotta e moderata da Jacopo Loredan, event and Brand Development Manager del mensile FOCUS, e già direttore della rivista, e ha visto intervenire in apertura l’Arch. Cristina Chiavarino, Direttore dell’Area Arte e Cultura della Fondazione Cariplo, “la fondazione Cariplo mette al centro Delle sue attività i giovani ed il loro protagonismo sul fronte della cultura. Lo fa ad esempio con progetti quali Laiv Ic e Funder 35, ma anche sostenendo importanti iniziative per la formazione e l’educazione alla cittadinanza come quella di oggi, il concorso “Tutto per Te!”, promosso con l’Osservatorio Permanente Giovani-Editori”, il Professor Carlo Sorrentino, docente di sociologia dei processi comunicativi presso l’Università degli Studi di Firenze che ha dichiarato: “in tutti i tempi la genialità - contrariamente a quanto si crede - è definita socialmente. Sicuramente ci vogliono talento, determinazione, creatività e intelligenza, ma queste doti devono incontrare gli interlocutori adatti, il contesto adatto. Oggi, nella cosiddetta economia circolare, la velocità con cui viaggiano le informazioni permette che talenti, intelligenze e creatività s'incontrino più facilmente fra loro e si arrivi a sintesi virtuose. L'accumulazione del sapere non consente più personalità onnicomprensive come Leonardo, ma permette che le competenze si mescolano meglio fra loro con risultati esaltanti”. È stata poi la volta del dibattito tra Massimo Polidoro, giornalista scrittore e divulgatore scientifico e lo stesso Jacopo Loredan sulla figura di Leonardo Da Vinci. Massimo Polidoro ha dichiarato: “Su Leonardo da Vinci esistono centinaia di biografie e quasi sempre egli è descritto come un genio universale inarrivabile, toccato dalla grazia e forse dotato di capacità sovrumane. Ma è un’immagine falsa, che rispecchia più l’incapacità degli osservatori di comprendere il suo straordinario talento che non le sue reali caratteristiche umane. Un’iniziativa come quella pensata con il concorso “Tutto per te!” ha permesso agli studenti di avvicinarsi alla figura di Leonardo iniziando a conoscerlo meglio, approfondendo la sua esperienza e capendo che quella personalità così straordinaria rappresenta in realtà un grande esempio di come la passione, la curiosità e la determinazione, uniti a un indiscutibile talento, possono portare a superare le difficoltà e a raggiungere i propri obiettivi: una lezione attualissima che ci mostra come tutti possiamo aspirare all’eccellenza. Proprio come Leonardo da Vinci”.

Le tre delegazioni vincitrici del concorso sono state chiamate una ad una dal moderatore per presentare i lavori con i quali hanno vinto il concorso e mostrare il l’elaborato realizzato per il contest. La prima delegazione vincitrice a presentare il proprio elaborato (video) è stata la classe IV G Informatica e Telecomunicazioni dell'Istituto Tecnico Commerciale "Francesco Viganò" di Merate (Lecco). È stata poi la volta della delegazione della classe V C C.A.T. dell'Istituto Superiore “Lorenzo Rota” di Calolziocorte (Lecco) che ha spiegato il proprio lavoro, sempre video. Infine è toccato alla delegazione che ha messo a punto l’ultimo elaborato (video) vincitore, la classe V BG dell'Istituto Superiore "Caterina da Siena" di Milano.

Lavori preziosi e interessanti quelli realizzati dalle tre classi vincitrici, che hanno ricevuto una targa dalle mani dalla rappresentante della Fondazione Cariplo. Un riconoscimento ad un lavoro ben fatto, anche grazie alla collaborazione e alla guida dei propri docenti, e che rappresenta un passo importante nell’avvicinare i giovani a un tema importante e non sempre facile come quello della promozione, della conoscenza, della salvaguardia e della valorizzazione in chiave innovativa del patrimonio culturale materiale e immateriale del territorio lombardo.