imagihttps://osservatorionline.it/media///2019/03/giornale-sicilia.png

mercoledì, 10 Aprile 2019 Le 5 dell'Energia - edizione 2018/2019

E come Elettrificazione dell'economia: scopriamo insieme la scheda dedicata all'ultima E!

In Europa l’industria della produzione e distribuzione dell’energia si sta trasformando velocemente insieme ai sistemi di produzione e di consumo. L’economia europea è infatti caratterizzata da una decisa introduzione del digitale insieme al processo di elettrificazione dei servizi e della mobilità e dalla diffusa richiesta da parte dei clienti industriali e privati di poter usufruire di forniture energetiche che siano flessibili, innovative e compatibili da un punto di vista ambientale.

In un contesto di questo genere, si parla di elettrificazione dell’economia perché l'elettricità sta diventando il vettore energetico più efficiente, sostenibile e competitivo, offrendo soluzioni adottabili in diverse situazioni per affrontare alcune delle sfide più difficili dei nostri tempi: la riduzione dell'inquinamento nelle città, l'efficienza energetica nei trasporti e negli edifici nell’Unione Europea e la decarbonizzazione dell’economia.

Questo mutamento e indirizzo è stato sancito nello storico Accordo sul clima di Parigi COP21 nel 2015 e richiede che un'azione decisa sui cambiamenti climatici per raggiungere gli obiettivi fissati e ciò richiede l’introduzione e l’ampiamento dell’utilizzo dell'elettricità nei trasporti, negli edifici e nell'industria.

La decarbonizzazione è un cambiamento strategico con un elevato valore economico, prima che una scelta per la tutela dell’ambiente, se l'Europa intende mantenersi in un ruolo competitivo nel mercato globale.

Il settore energetico ha iniziato un cammino per diventare carbon neutral entro il 2050, tenendo conto dei diversi punti di partenza degli Stati in Europa, della disponibilità reale e diffusa delle principali tecnologie di transizione. l'elettrificazione risulta essere una modalità per accelerare la decarbonizzazione in diversi settori dell’economia in modo efficiente ed efficace e vantaggioso.

Al fine di raggiungere gli obiettivi condivisi e approvati alla COP21 di Parigi è necessario che l'Unione Europea raggiunga il 95% di riduzione delle emissioni entro il 2050 e quindi l'elettricità, inserendo un’importante contributo in termini di fonti rinnovabili, dovrebbe coprire circa il 60% del consumo finale di energia. Ciò si può ottenere con una crescita dell'1% dell'uso dell'elettricità nell'UE e riducendo al contempo il consumo totale di energia dell'UE dell'1,3% all'anno.

Cliccate qui per continuare la lettura!


pag. 1   2   3   4   5   6