imagihttps://osservatorionline.it/media///2019/03/giornale-sicilia.png

Arte e Cultura ed. 2019-2020

Tra la cronaca del giorno 16 giugno 2019 su Il Resto del Carlino compare il bizzarro articolo: “Selfie dell'estate a Riccione, 10mila in posa per il record.” Una partecipazione inaspettata e incredibilmente elevata che ha stupito l’ideatore stesso della foto che ci fa riflettere sulla potenza di tale mezzo espressivo, sia in termini culturali che artistici.

E’ una dimostrazione del fatto che spesso, l’arte ha portato alla luce abitudini, scelte, contingenze che caratterizzavano alcune epoche, che prima non erano stati focalizzati. Tutti gli elementi che caratterizzano una cultura, in termini di comportamenti e di pensiero, avranno delle implicazioni sulle opere. Un contesto culturale influenza la percezione del bello, dello strano, dell’inaccettabile, del giusto. La cultura si esprime nella dinamicità emozionale che prorompe dagli stili di vita rappresentati, ma, anche, nell’evoluzione degli strumenti utilizzati, di pari passo con le innovazioni dei materiali, degli strumenti e delle tecnologie.

L’incontro interculturale crea, a volte, un’esplosione artistica, a volte, un contenimento, a volte, entrambi. L’arte potrebbe, quindi, anche facilitare la sperimentazione di un nuovo copione culturale, oltrepassando i limiti sino ad allora rispettati.

Una fotografia è in grado di rappresentare processi interpersonali ed intrapersonali.

Una forma di espressione, risultante dall’evoluzione culturale, è, in particolare, il selfie, cioè una fotografia fatta a se stessi. Oltre alla modalità di scatto che avviene, in genere, attraverso uno smartphone, ciò che lo caratterizza è lo scopo della condivisione sui social come ormai riporta anche il dizionario.

 

CLICCA QUI PER SCARICARE E STAMPARE LA SCHEDA COMPLETA