imagihttps://osservatorionline.it/media///2019/03/giornale-sicilia.png

giovedì, 13 Febbraio 2020 Inspire a generation: La Spezia

Si è tenuta presso l'Istituto "Cardarelli” della Spezia l’ultima delle cinque giornate nazionali di formazione, per l’anno 2019/2020, del ciclo “Inspire a generation”.

Una mattinata di formazione per studenti e docenti coinvolti nei progetti dell'Osservatorio Permanente Giovani – Editori, tra cui “Il Quotidiano in Classe”, “Young Factor” oltre al nuovo progetto “Technology - Digital Literacy” promosso con TIM.

La giornata, condotta da Massimo Esposti‎ contributor at Il Sole 24 Ore, è stata introdotta da Pierfrancesco Salvetti, Responsabile Relazioni Esternedell’Osservatorio, ed ha visto alternarsi sul palco diversi relatori. Dopo un saluto da parte del dottor Nicola Carozza, Consigliere di Indirizzo della Fondazione Carispezia e di Agnese Pini, Direttore del quotidiano La Nazione è toccato agli studenti del Cisita formazione professionale di La Spezia che hanno seguito il corso “L’arte di parlare in pubblico”, organizzato da Eni ‎e Osservatorio nell’ambito del progetto “Giovani, Energia del futuro” promosso insieme.

A seguire, per lezione nell’ambito del progetto “Young Factor”, è intervento il capo della sezione Finanza & Mercati de Il Sole 24 ORE Marco Ferrando, che ha incentrato l’intervento sull'importanza di fare scelte consapevoli sui temi economici - finanziari sin dalla giovane età  e come quindi sia fondamentale un'alfabetizzazione economico-finanziaria.

Successivamente, il giornalista Massimo Esposti ha tenuto una lezione nell’ambito del progetto “Il Quotidiano in Classe” incentrata sul tema delle fake news. E' stata poi l'occasione della presentazione del nuovo progetto  “Technology - Digital Literacy” con l'intervento di Luca De Biase Editor di innovazione a Il Sole 24 Ore e Nova24.

 L’Osservatorio Permanente Giovani Editori punta a sviluppare la padronanza della propria testa con il progetto “Il Quotidiano in Classe”, educando i giovani a leggere per allenarli a pensare attraverso progetti incentrati sulla lettura critica e sull’educazione alla consultazione dell’informazione di qualità, sia essa in versione digitale o cartacea, così da elevare lo spirito critico e il senso civico nelle nuove generazioni, e contribuire a fare dei giovani di oggi, i lettori di domani, e cittadini più attivi, più preparati e partecipi alla vita democratica del Paese.

Negli istituti scolastici superiori della provincia spezzina e in Lunigiana il progetto “Il Quotidiano in Classe” è diffuso grazie alla Fondazione Carispezia, che a partire dall’anno scolastico 2014/2015 sostiene un percorso sperimentale - denominato “Civico 2.0” e curato sempre dall’Osservatorio - che integra l'informazione cartacea e quella digitale, ad esempio permettendo ai ragazzi di riconoscere l’informazione di qualità anche in rete. Un'iniziativa ulteriore per fornire agli studenti strumenti utili per elaborare un maggior spirito critico e per diventare cittadini del futuro più consapevoli e indipendenti. Il progetto coinvolge quest’anno, sul territorio, circa 287 classi, 140 docenti ed oltre 7000 studenti.

All'incontro di formazione di oggi erano presenti circa 200 studenti, accompagnati dai loro insegnanti, provenienti da diverse scuole dell’area Spezzina e della Lunigiana.‎



pag. 1   2   3   4   5   6