imagihttps://osservatorionline.it/media///2021/09/Logo Tribuna.png

Progetto

“Technology - Digital Literacy” è nato, nel 2019/2020, dall’esigenza di aggiungere alla media literacy e alla financial & economic literacy un terzo percorso di technology digital literacy per accompagnare i giovani nel viaggio per raggiungere la piena padronanza di sé. 

Il progetto, promosso in collaborazione con TIM, ha l’obiettivo di aiutare gli studenti a sviluppare anche una cittadinanza digitale, maturare consapevolezza delle proprie conoscenze, acquisire competenze, capire i propri diritti e i doveri, ma, soprattutto, conoscere i principali meccanismi di funzionamento della Rete. 

I ragazzi a cui è destinato questo progetto sono cresciuti in una società̀ digitale, mostrano padronanza nell’uso dei dispositivi per svolgere un’infinità di attività̀: realizzano e condividono foto e video, mandano messaggi, scrivono post ed email: ma hanno le competenze necessarie? Questo progetto si prefigge di realizzare quindi un percorso di cittadinanza digitale su misura per lo studente, per supportarlo nella formazione di queste nuove competenze digitali.

 

L’iniziativa prevede tre step.

La Formazione: quella dei docenti che saranno i formatori degli studenti. Questo sarà possibile grazia alla pubblicazione di schede e video lezioni realizzate da un team di docenti delle migliori Università Italiane e da incontri sul territorio, facoltativi, tenuti da esperti e giornalisti

Le Lezioni in classe: che i docenti potranno tenere grazie all’ausilio dei quotidiani messi a disposizione dall’Osservatorio a titolo gratuito, del materiale formativo digitale e del libro di lavoro che arriverà gratuitamente a tutti gli insegnanti coordinatori del progetto.

La Ricerca: il progetto viene monitorato attraverso una ricerca condotta, come per gli altri due progetti strategici, da un qualificato Istituto di Ricerca per conoscere i livelli di soddisfazione e il livello di apprendimento in materia di educazione tecnologica-digitale, di quelli che sono i protagonisti principali di questa nuova sfida, gli studenti e i docenti.