imagi//osservatorionline.it/media/2021/09/Logo Tribuna.png

giovedì, 06 Ottobre 2022 AL VIA LA 23ESIMA EDIZIONE DE "IL QUOTIDIANO IN CLASSE"

Prende il via con questa settimana il progetto “Il Quotidiano in Classe” dell’Osservatorio Permanente Giovani – Editori che da oltre vent’anni allena gli studenti delle scuole secondarie di secondo grado italiane a sviluppare il loro spirito critico per contribuire a fare dei giovani di oggi i cittadini liberi e indipendenti di domani.

Un progetto che grazie al prezioso contributo di migliaia di docenti italiani, che non sono solo formatori di studenti ma soprattutto educatori di nuovi cittadini, una volta la settimana vede entrare nelle classi più testate giornalistiche, sia cartacee che digitali, a confronto. Sono infatti 21 i quotidiani, nazionali e locali, che aderiscono al progetto, tra questi: Corriere della Sera, La Repubblica, Il Sole 24 Ore in tutta Italia, Il Giorno, La Nazione, Il Resto del Carlino, La Stampa, Il Gazzettino, Il Messaggero, Il Secolo XIX, L'Arena, Bresciaoggi, Corriere delle Alpi, Gazzetta di Mantova, Gazzetta di Parma, Gazzetta del Sud, Giornale di Sicilia, Il Giornale di Vicenza, Messaggero Veneto, La Provincia Pavese, La Tribuna di Treviso.

Il progetto di media literacy si sviluppa su più livelli: formazione dei docenti, lezioni in classe e ricerca.

La formazione dei docenti è uno dei pilastri sul quale si sviluppa l’iniziativa nelle classi e, proprio per questo, ogni anno vengono forniti materiali didattici rinnovati e sempre ricchi di spunti per tenere le lezioni in classe, a questi si affiancano le giornate formative nazionali pensate da un team di esperti e qualificati formatori delle maggiori università italiane alle quali prendono parte come relatori anche autorevoli giornalisti.

Infine, la ricerca condotta da un importante istituto di ricerca indipendente che monitora l’andamento del progetto, raccoglie fondamentali indicazioni e suggerimenti oltre che informazioni da parte di studenti e docenti, utili ad arricchire e migliorare anno dopo anno l’iniziativa.

Non ci resta che augurare a tutti i docenti e agli studenti che hanno deciso di accompagnarci, anche quest’anno, in questa esperienza, buon lavoro!



pag. 1   2   3   4   5   6