imagihttps://osservatorionline.it/media///2019/03/giornale-sicilia.png

venerdì, 26 Settembre 2008 Monsignor Fisichella dialoga di valori e vita con 200 studenti

Ospite dell'Osservatorio Permanente Giovani - Editori per presenziare alla cerimonia di premiazione del concorso "Dialoghi Quotidiani" promosso in collaborazione con l'Associazione Culturale Attilio Monti

Si è svolto a Bagnaia in provincia di Siena l'incontro, promosso dall'Osservatorio Permanente Giovani - Editori, che ha visto protagonista Monsignor Rino Fisichella (Rettore della Pontificia Università Lateranense e Presidente della Pontificia Accademia per la Vita) di fronte ad una delegazione di 230 studenti provenienti da tutta Italia in rappresentanza di tutti coloro che partecipano all'iniziativa "Il Quotidiano in Classe".

L'appuntamento si è aperto con un intervento del Presidente dell'Osservatorio Permanente Giovani - Editori Andrea Ceccherini al quale è seguita l'intervista del giornalista Rai Bruno Vespa a Monsignor Rino Fisichella sul tema "I Giovani e i valori", un tema molto importante e delicato nella formazione delle giovani generazioni.

Nella sua introduzione Ceccherini ha sottolineato, parlando di valori, la necessita' che anche nel nostro Paese cresca un'identita' di nazione. A questo proposito il Presidente dell'Osservatorio ha citato un episodio di cui e' stato di recente protagonista. ''Ero all'aeroporto a New York - ha raccontato Andrea Ceccherini - e, all'arrivo di quattro soldati reduci dall'Iraq di ritorno a casa, e' stato chiesto ai passeggeri del volo, tutto esaurito, con destinazione il Maine, chi era disposto a cedere il proprio posto ai quattro militari. Si sono offerti in tantissimi, nonostante il volo successivo fosse dopo 4 ore, questo mi ha colpito profondamente, ho sentito lì l'orgoglio e il senso di appartenenza ad una nazione.''

Il giornalista Bruno Vespa ha incalzato Monsignor Fisichella su vari temi: testamento biologico, amore, esigenza di una nuova classe dirigente e soprattutto ragione. Proprio su quest'ultimo tema il Presidente della Pontificia Accademia della Vita ha detto " Dobbiamo avere il coraggio di dare forza e spessore alla nostra ragione, la ratio è ratio, la capacità di pensare e riflettere è molto importante. Ognuno di noi - ha proseguito Fisichella - deve essere capace prima di tutto di ricercare in se stesso il senso della vita per portare avanti un proprio progetto di vita".

Al termine dell'intervista molti giovani hanno voluto rivolgere domande anche "scomode" sul tema del dibattito a Monsignor Fisichella, creando un vero e proprio ping-pong di domande e risposte tra l'autorevole prelato e gli studenti presenti in sala.

La serata si è poi conclusa con la premiazione dei vincitori del concorso "Dialoghi Quotidiani" promosso dall'Osservatorio Permanente Giovani - Editori e dall'Associazione Culturale Attilio Monti presieduta da Marisa Monti Riffeser e inserito nel progetto "Il Quotidiano in Classe".

"Mio padre - ha detto Marisa Monti Riffeser spiegando le ragioni del premio - era un uomo che mi ha insegnato come nella vita si debba sempre agire guardando all'altruismo e ai grandi valori. E' un insegnamento che ancora oggi mi aiuta. Non puo' che aiutare anche Voi".

L'iniziativa concorsuale ha avuto come obiettivo la sensibilizzazione dei giovani sul tema del dialogo interculturale e dell'integrazione possibile, passando anche attraverso la cultura dell'informazione. Un modo per promuovere in classe il dialogo e il confronto come strumenti per acquisire quelle conoscenze e capacità che consentiranno ai ragazzi, una volta usciti dalla scuola, di sapersi muovere in contesti più aperti e complessi senza temere le diversità, ma al contrario vivendole come un valore aggiunto.
Lo scopo di questa iniziativa è stato quello di favorire tra i ragazzi la tendenza al dialogo e non al silenzio, al confronto e non allo scontro, all'integrazione e non all'isolamento. Nell'ambito del concorso è stato chiesto agli studenti di informarsi e di discutere in classe, con i loro docenti, sul valore e l'importanza del dialogo e del rispetto, prendendo spunto dalle pagine dei quotidiani che hanno ricevuto a scuola con il progetto "Il Quotidiano in Classe".
Gli studenti sono stati invitati a creare un elaborato, un tema scritto, che fosse il frutto di una riflessione attenta, articolata e maturata sugli argomenti indicati: in ogni classe ciascuno degli studenti ha potuto scrivere il proprio tema, ma solo uno di questi è stato inviato all'Osservatorio per partecipare al concorso ed è stata la classe a scegliere quale. L'elaborato selezionato doveva essere accompagnato da una pagina, che presentasse il gruppo all'interno del quale è stato ideato lo scritto e che raccontasse il percorso che ha portato i ragazzi a maturare questa scelta.

Le classi vincitrici del concorso premiate oggi sono state:

- 1° Classificata classe IV M Istituto Tecnico Commerciale e Turistico "Cesare Arzelà" di Sarzana (SP)
- 2° Classificata classe I B dell'Istituto d'Istruzione superiore "Leonardo da Vinci" di Firenze
- 3° Classificata classe II B dell'Istituto d'Istruzione superiore - Liceo Psico-socio-pedagogico San Giusepe di Vigevano (PV)

 



top news: le notizie e gli eventi dell'Osservatorio

pag. 1   2   3   4   5   6