imagihttps://osservatorionline.it/media///2021/09/Logo Tribuna.png

header

Chi siamo

L’Osservatorio Permanente Giovani-Editori è un’Organizzazione che crede nei giovani e che investe su di loro per favorire un percorso di formazione e di educazione alla cittadinanza. Affinché questo cammino di crescita individuale e di educazione civile possa compiersi, fino a contribuire a fare del giovane di oggi il libero cittadino di domani, l’Osservatorio si impegna per rendere le nuove generazioni più padrone di se stesse. Secondo le più moderne dottrine in materia, la piena padronanza di sé si raggiunge solo quando alla padronanza della propria testa si aggiunge la padronanza dei propri mezzi e la consapevolezza delle proprie competenze digitali. È proprio per questo scopo che promuoviamo tre grandi progetti strategici: uno teso ad allenare la padronanza della propria testa, “Il Quotidiano in Classe”, l’altro diretto ad esercitare la padronanza dei propri mezzi economico-finanziari, “Young Factor” e l'altro ancora, sulla "Technology - Digital Literacy", volto a maturare una maggiore consapevolezza delle proprie conoscenze digitali per riportare il singolo individuo in relazione con tutti gli altri esseri umani.

L’Osservatorio ha accolto negli anni tutte quelle testate italiane e tutti gli editori che hanno creduto nella sua sfida civile e sociale tra cui una testata giornalistica nazionale a scelta dell’Osservatorio, a partire da La Repubblica, Il Sole 24 Ore in tutta Italia, e le testate locali come La Stampa, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione, Il Secolo XIX, l'Adige, Bresciaoggi, Il Giornale di Vicenza, L'Arena, Il Messaggero, Gazzetta di Parma, Il Gazzettino, La Gazzetta del Sud, la Provincia di Cremona e Il Giornale di Sicilia, Corriere delle Alpi, La Gazzetta di Mantova, Il Messaggero Veneto, la Provincia Pavese, La Tribuna di Treviso a seconda dell’area geografica.

L'informazione di qualità, grazie al lavoro serio e appassionato dei docenti italiani, il primo alleato dell’Osservatorio Permanente Giovani-Editori, è diventata protagonista di una moderna lezione di educazione civica nelle scuole superiori italiane.